Corsi di formazione per parrucchieri

IHSA - Italian Hair Style Academy

eseguire-un-taglio-di-capelli-

Eseguire un taglio di capelli e insegnare un taglio: le differenze

Se nel precedente post abbiamo cercato di darvi qualche informazione sui colori di tendenza dell’autunno 2016, oggi inauguriamo questa prima giornata di ottobre con un post dedicato ai consigli sul taglio.

Abbiamo già detto che esiste una differenza sostanziale tra il parrucchiere e il formatore per parrucchieri, e lo stesso Massimiliano Casinelli ci ha aiutato a capire come mai ha deciso di intraprendere questa professione e proseguire un percorso ben definito. La stessa differenza si ha tra l’eseguire un taglio e insegnarlo.

Che cosa significa? Cerchiamo di spiegarlo meglio.

Eseguire un taglio di capelli: che cosa è importante

L’esecuzione di un taglio può dipendere da un’ispirazione. In questo entra in gioco il talento del parrucchiere, il suo estro creativo.

Tanti sono i fattori che possono stimolare la fantasia per eseguire un taglio di capelli:  un bel viso o un suo particolare, ma anche ciò che ci circonda e quindi una chiacchierata con una persona, un panorama o l’ascolto di una canzone suggestiva. L’arte che il parrucchiere sente dentro è il motore per dare avvio alla fantasia, l’alimenta in ogni sua forma.

La creatività però va mescolata con un ingrediente fondamentale: la tecnica del parrucchiere. Grazie alla tecnica, che si acquisisce soltanto studiando e con la giusta formazione per parrucchieri, è possibile eseguire un taglio ad un alto livello di qualità, senza imperfezioni e pecche.

Se si esegue un taglio utilizzando soltanto la fantasia si dà vita a una forma omettendo la tecnica e nel risultato ci saranno piccoli difetti, al contrario con la sola tecnica e senza l’estro creativo del parrucchiere sarà come squadrare un foglio. Si farà un compito a casa rischiando di dare al taglio poca personalità.

eseguire-un-taglio-di-capelli

Insegnare un taglio di capelli: che cosa è importante

Per un formatore che deve insegnare un taglio di capelli serve preparazione e studio. Ad ogni movimento che insegna deve accompagnare delle parole che appoggiano una spiegazione. E in questo la fantasia ha poca importanza.

Il parrucchiere deve raccontare una tecnica con un linguaggio chiaro e semplice per tutti evitando di mescolare la fantasia che lo rappresenta. Quest’ultima è parte personale dell’hairstylist, e va stimolata e alimentata ma non insegnata.

La tecnica con cui si insegna un taglio deve essere omologata e poi plasmata in base a determinate caratteristiche, come ad esempio la postura dell’operatore o la posizione del cliente.

Ogni aspetto tecnico trattato dal formatore deve poi essere supportato da dei punti di riferimento. Questo perché ogni studente ha una capacità di apprendimento diversa.

Eseguire un taglio di capelli e insegnare un taglio sono quindi due aspetti di questo lavoro molto diversi, che delineano la differenza tra un parrucchiere e un formatore per parrucchieri.

Nei prossimi appuntamenti vi aiuteremo a capire meglio i due mondi e a scoprire anche in che cosa si legano insieme.

Eleonora Usai

view all post
Leave a comment

Please be polite. We appreciate that.

TREND GROUP s.r.l.
Via Cimarosa, 101
03043 Cassino (FR)
P.I. 02271570604

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on